Tragica fatalità

Le mani sul volante,

Il piede sull’accelleratore

La radio che suonava

e un pensiero assillante.

Una strana sensazione addosso

Come se qualcosa dovesse accadere,

ad un tratto un gatto in mezzo alla strada ,

per salvarlo una frenata e la macchina impazzì e dritta in un fosso finì.

Il motore fumava ,

tanta gente intorno che si dimenava

la sua anima dal corpo si staccò e in

Cielo voló.

Occhi infami

Ah! quegli occhi

come li vidi me ne innamorai,

erano belli come non mai.

occhi che come un fulmine colpirono il mio cuore

e la mia mente in un niente.

Occhi specchio dell’anima

i quali non dovrebbero mentire ,

i suoi mentirono,

e in quel momento mi senti morire.

Ero un naufrago in mezzo la tempesta

con il cuore in mille pezzi e tanta amarezza.

Bullo

Fermo davanti a quel cancello
aspetto per entrare ,la paura mi assale
Dentro c’è quel bambino più grande,
lo chiamano bullo,
Mi spinge , mi picchia e mi ruba la merenda
Alcune volte mi benda e mi porta nel bagno e mi mette la testa nel cesso
Io sono un fesso ho paura a reagire , chiedo L aiuto dei mie compagni ma tutti hanno paura di lui .
Il bullo con la sua band semina il terrore nella scuola tutti hanno timore ,
ma alla fine è solo un bullo a cui manca l’amore.
Tu bullo sempre prepotente alcune volte ti viene in mente che fai del male ad altra gente?
Tu che fai il bullo non ti rendo conto che presunzione ed arroganza sono figlie dell’ignoranza,
Tu bullo ricorda che alla fine non sei nessuno, finiscila di seminare terrore e vedrai che sarai amato, non è con la forza che avrai attenzione, rispetta e sarai rispettato .
Ciao bullo io me ne vado, ti raccomando fai il bravo con i nuovi arrivati.

Amore amaro

Ah quando t’ incontrai ,

Tanto dolce e premuroso ,

Dalle tue labbra uscirono parole d amore

Quante lacrime buttate per mille rifiuti

Tanto dolce e tanto amorevole per la gente , ma un menefreghista con lei ,

Promettesti amore eterno , ma duró quando L’ inverno

Giocó con i suoi sentimenti

Facendogli vivere meravigliosi momenti

Il suo cuore come un cristallo caduto per terra si ruppe in mille frammenti

E da allora ebbe paura di vivere altri innamoramenti.

E quell’amore gli fu dolce e fatale che gli portó alla paura di amare

Il viandante

Sono un giramondo mi piace conoscere nuovi Mondi ,

Questa volta sono capitato ad Altomonte un paesino suggestivo sopra un monte

In ogni borgo che vado la sera mi piace passeggiarci

Mentre mi incammino per questa borgata

Rimango folgorato dalla bellezza del suo centro storico dove erge maestosa una bellissima chiesa con il suo vestito un pó sgualcito ma nonostante tutto ancora bella e imponente

una torre altissima le cui mura forti e possenti danno un senso di fiducia.

Ma quello che mi entusiasma e fermarmi a guardare come tutto scorre tranquillo, i bambini che giocano , i grandi che parlano tra di loro e la leggera brezza che accarezza il viso di chi è seduto a godersi un un gelato o una bevanda rinfrescante .

Vivendolo di giorno invece sembra che il tempo si sia fermato, si vedono anziani che fanno le provviste per l’ inverno , uomini che coltivano la terra e

chi sta al bar senza fare niente

Ma poi fermandomi a parlare con un signore di mezza età mi dice Altomonte é bella ma sta morendo ormai i giovani se ne vanno e piangendo lasciano la loro terra.

Si legge nel viso del signore un leggero rammarico di chi vorrebbe fare di più ma non può ormai si sono arresi al destino, un destino che ogni persona del sud ha su di se .

foto presa da internet

Closchard

Sono solo un vecchio barbone

tutto il giorno sono in giro per

elemosinare ,e la notte dormo

sotto un cartone

Le persone mi passano davanti ,

in molti mi disprezzano e invece altri

Mi apprezzano

La mia vita in mezzo la strada

è un vero calvario a giorni mangio e

altri muoio di fame

Sono coperto di stracci avvolte

Mi lavo e altri puzzo

Ho perso tutto e la mia famiglia mi

Ha abbandonato e nessuno mi cerca

Ho il cuore spezzato

Piango e mi dispero ma ancora in Dio

Spero.